Ventidue anni e l’ossessione di quel segreto che non ha confidato a nessuno.

Giulia, per dimenticare una tragedia che l’ha sconvolta, lascia Milano per vivere a Londra. Nella “swinging London” ci riesce: conosce e sposa Alan e diventa una brillante cronista di mondanità.  Quando molti anni più tardi diventerà nonna e la moglie di suo figlio Daniel, Helen, muore, Giulia si prende cura di Nina, rimasta orfana piccolissima. Tra nonna e nipote si crea un profondo legame che supera tempo e distanze. Ogni anno passano l’estate in Italia, facendo base a Milano nella casa ereditata da Giulia. Del segreto sembra non essere più rimasta traccia nella donna ma un giorno, visitando una mostra nel borgo di Bobbio dove capita quasi per caso, Giulia, ormai anziana, si trova davanti agli occhi un’immagine che la riporta al tragico evento di gioventù.  E così dimentica e ricorda. Dimentica e ricorda. In uno di questi lampi mnemonici, Giulia pronuncia il nome di un uomo che Nina non aveva mai sentito: sulle tracce di questo nome, e di una foto ritrovata, la ragazza si avvicinerà al segreto della nonna. Ma sarà Giulia stessa, nell’attimo in cui esce dall’amnesia, a raccontare a Nina ciò che aveva sempre rimosso. Da qui la rivelazione: il passato non si può cancellare, la nostra storia non è solo nostra, prende senso da come la facciamo stare insieme a quelle degli altri. Ora Giulia racconta a Nina la sua storia. Che avrà un epilogo inaspettato.

Jonne Bertola
Morellini Edizioni, 2019
208 pagg 
13,90 euro
Puoi acquistare questo libro qui