Torna la Bologna Children’s Book Fair dal 1 al 4 aprile e parla di grandi temi: le parole e i colori della cultura afroamericana, il ritorno della scrittura a mano, le donne e le “grandi donne” nella letteratura per ragazzi e l’illustrazione internazionale.

Saranno 1400 gli espositori provenienti da oltre 80 Paesi, che si daranno appuntamento negli spazi della fiera (che quest’anno utilizzerà anche due nuovi padiglioni completamente ristrutturati). Sono  invece 2901 gli illustratori di 62 Paesi, per un totale di 14505 tavole visionate da una giuria di cinque esperti internazionali provenienti dal mondo dell’illustrazione e dell’editoria per ragazzi.

L’illustrazione continuerà ad essere protagonista anche con le esposizioni nel nuovo Mall: le tavole della prestigiosa mostra dedicata ai 50 anni del Coretta Scott King Award e la mostra dedicata al Silent Book Contest.

La 56^ edizione rivela come questa manifestazione stia ampliando il suo raggio d’azione con grande successo anno dopo anno, confermando la sua naturale vocazione internazionale. Due le collaborazioni che lo scorso anno hanno consolidato il ruolo di leadership della Fiera nei mercati più interessanti per l’editoria mondiale: gli Stati Uniti (con la New York Rights Fair  – NYRF) e la Cina (China Shanghai International Children’s Book Fair  – CCBF).

Con il leitmotiv “Staging children’s content” tante le novità utili a scoprire le innovazioni e le declinazioni che i grandi contenuti per l’infanzia possono offrire. In Fiera sono attese le più importanti personalità del settore, dall’illustratore ceco Peter Sís agli afroamericani Christopher Myers ed Ekua Holmes al grande Klaas Verplancke; dall’autore inglese Michael a Beatrice Alemagna, orgoglio italiano nel campo dell’illustrazione a Diego Bianchi, illustratore ed editore in arrivo dall’Argentina, passando per il cinese Mingzhou Zhang, Presidente IBBY Internazionale.

La Svizzera sarà quest’anno il paese ospite con la grande mostra l’ABC della Svizzera – dedicata all’illustrazione nazionale – e con un ricco programma di appuntamenti.

La cultura afroamericana sarà invece al centro di BLACK BOOKS MATTER. African American Words and Colors, appuntamento con un panel ricchissimo, accompagnato dalla già citata mostra dedicata al premio Coretta Scott King, che da 50 anni riconosce le migliori opere di autori e illustratori afroamericani.  

Organizzata anche HANDWRITING IN CHILDREN’S BOOKS, un convegno organizzato in collaborazione SMED – Scrivere a Mano nell’Era Digitale, sul ritorno e sul valore pedagogico della scrittura a mano e del ruolo che essa sempre più spesso riveste negli albi illustrati.

E focus su TODDLERS. The Very First Books for Absolute Beginners: un convegno internazionale dedicato ai libri per bambini dagli 0 ai 3 anni che sarà accompagnato dalla mostra Absolute beginners. Barcollando, i primi passi fra le pagine alla Biblioteca Salaborsa a Bologna.

Tantissimi gli incontri organizzati, tra i premi, i ‘caffè’ e gli incontri in tutta Bologna per il grande pubblico.

Ragazzi, per 4 giorni Bologna è tutta vostra.