Più libri più liberi ritorna nella Nuvola dell’Eur: dal 5 al 9 dicembre si svolgerà a Roma la diciassettesima edizione della Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria

Abraham Yehoshua, Andrea Camilleri, Gianrico Carofiglio, Zerocalcare, Joe R. Lansdale, Patrice Nganang, Pinar Selek, Michael Dobbs, Paolo Giordano, Philippe Forest, Michela Murgia, Fabio Stassi, Luciano Canfora, Giorgio Agamben sono solo alcuni degli oltre 1200 autori che si confronteranno a Più Libri Più Liberi sul tema di quest’anno: Per un nuovo umanesimo.

Mai come oggi, infatti, la Terra è segnata da conflitti, diseguaglianze economiche e sociali, instabilità politica, spinte migratorie. Proprio per questo, Più libri più liberi rimette al centro del suo programma, curato da Silvia Barbagallo, l’essere umano, i suoi diritti e la sua dignità, il cui riconoscimento, come recita la ‘Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo’, «costituisce il fondamento della libertà, della giustizia e della pace nel mondo». L’edizione 2018 della Fiera della piccola e media editoria lancia, quindi, una sfida al mondo della cultura ma anche a quello della politica e delle istituzioni: la proposta di un “nuovo umanesimo”, inteso come la riaffermazione di una humanitas che implica anche – e soprattutto – un profondo senso di solidarietà fra le persone, nella consapevolezza di una comune appartenenza al genere umano. Un tema che rappresenterà il fil rouge di tutta la manifestazione e che sarà affrontato con moltissimi ospiti e da grandi personalità del panorama letterario internazionale e italiano.

Giornalisti, intellettuali, artisti e scrittori: a loro spetta, in prima istanza, l’ideazione e la costruzione di un “nuovo umanesimo”. Ma, forse proprio per questo, i rappresentanti del mondo della cultura e dell’informazione sono nel mirino dei regimi illiberali di tutto il mondo. E come ogni anno, Più libri più liberi si avvale della collaborazione delle più importanti testate italiane. Quest’anno si rinnova la tradizionale partnership con il gruppo GEDI: La Repubblica, L’Espresso, Limes, repubblica.it, repubblica@scuola. Presente anche quest’anno il Messaggero e Il Fatto Quotidiano, la RAI, mentre, novità di questa edizione, sarà la partecipazione del Corriere della Sera.

In un’edizione dedicata alla riscoperta della centralità dell’essere umano non poteva mancare una nutrita selezione di opere e incontri a tema più strettamente storico, filosofico e letterario. Come sempre alta è l’attenzione che la manifestazione dedica ad un ambito per lungo tempo erroneamente considerato “minore” e oggi pienamente inserito nel novero dei settori più vivaci e trainanti del mercato editoriale: i libri per ragazzi, sezione curata in collaborazione con Roma Capitale e l’Istituzione Biblioteche di Roma. Arriva invece dalla Regione Lazio il regalo per gli studenti: un buona da 10 euro per l’acquisto di libri in Fiera.

Torna Più libri Junior, il gioco letterario dedicato agli studenti, che ha lo scopo di stimolare e valorizzare il potenziale di immaginazione e creatività di ogni concorrente e per la prima volta verranno presentate in fiera le due cinquine del Premio Strega Ragazze e Ragazzi, promosso da Fondazione Bellonci, Centro per il libro e la lettura e Bologna Children’s Book Fair, e assegnato a libri di narrativa per ragazzi pubblicati in Italia, anche in traduzione, tra il primo luglio dell’anno precedente e il 30 giugno dell’anno in corso